Piano Triennale dell'offerta formativa

Il Piano triennale dell’Offerta Formativa è il documento che costituisce “l’identità culturale e progettuale” di ogni Istituzione Scolastica e ne esplicita dunque le scelte culturali, organizzative ed operative.

Il P.T.O.F. si propone di:

  • rendere espliciti gli obiettivi e gli esiti perseguiti e farli diventare realtà comune;
  • razionalizzare l'utilizzo delle risorse disponibili, in modo da ottenere i migliori risultati possibili;
  • definire e comunicare all'esterno gli obiettivi, gli esiti e i percorsi per raggiungerli, in modo che l'utenza conosca che cosa questa scuola può e vuole offrire;
  •  avere un riferimento comune ed esplicito in base al quale verificare, valutare e modificare la nostra offerta formativa;
  •  avere un confronto con altre scuole.

 Il P.T.O.F. pertanto vuole essere utile su due versanti:

  1. sul versante interno, quello della scuola, cioè per gli insegnanti, il personale non insegnante, gli alunni
  2. b) sul versante esterno, quello cioè delle famiglie e della società che ci circonda.

Esso è inserito in un preciso quadro istituzionale di norme, leggi, regolamenti e in una precisa realtà in cui Amministrazioni, Enti, Operatori ed utenza intervengono e interagiscono con risorse e vincoli di varia natura.

Esso non è qualcosa di statico perché ha a che fare con fenomeni non congelabili, è pertanto suscettibile di modifiche ed aggiunte e deve essere annualmente verificato.

Il presente documento è frutto della collaborazione del personale docente e non docente dei tre ordini di scuola che, a partire dall’anno scolastico 2000 – 2001, costituiscono la nuova Istituzione Scolastica "Comunità Montana Mont Emilius 1".

La proposta formativa nel PTOF è correlata alla riforma della Scuola in atto nel sistema scolastico italiano; in particolare essa fa riferimento sia alle coordinate culturali, organizzative e operative contenute nel d.lgs. n°59/2004 (Indicazioni per i Piani di Studi Personalizzati) e nel D.M. 31/07/2007 (Indicazioni per il Curricolo). Nella definizione dell’offerta si è fatto riferimento anche al “nuovo obbligo” (D.M. 22/08/2007, n°139), agli Assi Culturali e alle Competenze Chiave di Cittadinanza, al D.M. 4/03/2009 (Atto di indirizzo per la sperimentazione dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione; ai D.P.R. n° 81 e n° 89 del 20/02/2009 (Regolamento a seguito dell’art.64 della legge 133/2008); al D.P.R. n°122 del 22/06/2009 (Regolamento sulla valutazione).